Letture di Maggio

Letture di Maggio

maggio 3, 2018 0 Di Letizia

Partiamo con la cocente delusione delle letture di Aprile. Lucinda Riley. Per quanto mi siano piaciuti i primi tre libri delle “Sette sorelle”, ho trovato molto deludente “Il profumo della rosa di mezzanotte” e anche “La ragazza delle perle”. In pratica la Riley ha una trama e sviluppa sempre quella. Può andare bene per un libro o due, dopodiché annoia! Parlo per me ovviamente. Anche se trovo blasfemo fare un paragone, i libri della Riley sono come alcuni romanzi della Alcott (di cui ho parlato nell’articolo su “Un lungo fatale inseguimento d’amore”), scritti per fare successo. Non da biasimare per carità, anzi. Ovviamente leggerò le prossime uscite perché la storia è avvincente e sono curiosa di sapere come finisce. Quindi un’operazione editoriale riuscitissima, ma come autrice mi è decaduta.

In lista di lettura, come sempre, ho talmente tanti libri che potrei passare un decennio a leggere h24. Ma nella vita bisogna fare delle scelte 🙂

Perciò.

Approfittando delle offerte da Feltrinelli, ho ritrovato la mia amata Doris Lessing con “Gatti molto speciali”, libro già letto ma che rileggo volentieri. Lo stile di Doris è inarrivabile ed è sempre fonte d’ispirazione.

Una novità nella mia libreria è Angeles Donate, con “Il club delle lettere segrete”. L’idea della catena epistolare mi piace moltissimo e anche l’ambientazione, in un paesino di montagna isolato che mi ricorda un po’ Apricale. Ottime premesse.

Passiamo agli ebook. Si, da anni  mi sono convertita al lato oscuro, nonostante ami il cartaceo. Considerando il mio regime di lettura dovrei comprarmi un castello con biblioteca, e per il momento è fuori budget 🙂

Da un po’ di tempo volevo leggere i libri di Felicia Kingsley. “Stronze si nasce” e “Matrimonio di convenienza”. A primo impatto il suo stile mi piace molto. Mi sembra ironico e divertente, se la prima impressione vale, li divorerò in un paio di giorni.

Last but not least : “Una mail di troppo”, di Simona Friio e Amanda Foley, sono già a metà e lo trovo molto divertente. Lettura leggera, ma non banale. Sicuramente innovativo , ogni tanto è bello leggere autori con idee nuove che vanno fuori dal seminato.

Voi cosa state leggendo? Che ne pensate della povera Lucinda?

Leti